fbpx
Istituzionale Salute Utilità

DA IERI 30 MARZO LAZIO ARANCIONE

Da ieri 30 Marzo il Lazio è Arancione….e questo ormai lo sanno tutti! Infatti abbiamo cambiato colore con la decisione del Ministro Speranza, l’ISS lo scorso venerdì sulla base dei dati di contagio aggiornati.

Ma, purtroppo, visto che girando per le strade di Roma sembra che siamo passati al colore Bianco e non all’Arancione vediamo nel dettaglio le varie prescrizioni:

Spostamenti

Le stesse prescrizioni che avevamo nel periodo precedente arancione. Non si esce dal comune. Visite a parenti amici una volta al giorno. Dal Comune o Regione si esce solo per motivi di lavoro, salute o urgenza e per il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione. Tutti casi che prevedono l’autocertificazione. Seconde Case solo se se ne ha il possesso da prima del 14 gennaio e che si sposti un solo nucleo familiare.

Parrucchieri e centri estetici

Riapertura per Parrucchieri e Centri Estetici….. ed è subito partita la prenotazione dell’Appuntamento per queste Attività. Le Associazioni di Categoria prevedono il 30% in più delle prenotazioni rispetto all’analogo periodo dello scorso anno.

SCUOLA

Le Scuole dagli Asili fino alle Medie riaprono in presenza ma solo nei giorni 30 e 31. Poi chiuderanno per la Sosta Pasquale.

Sono quasi 500.000 gli studenti che in queste giornate torneranno fra i banchi. 250.000 invece gli studenti delle Superiori che continueranno in DAD.

Per tutto il mese di Aprile questi 250.000 studenti potranno accedere al Tampone Rapido in modo del tutto Gratuito e senza Prescrizione Medica. Basterà prenotarsi online sui siti web adibiti (Regione Lazio e Drive In).

Bar e ristoranti

Non cambia moltissimo fra zona rossa e arancione. Queste attività restano chiuse ma resta consentito l’asporto e la consegna a domicilio dalle 05.00 alle 18.00 per i Bar e fino alle 22.00 per i Ristoranti. Il problema è che molti rinunceranno all’apertura perché la poca clientela non giustifica sicuramente le spese di gestione che impone la riapertura.

Negozi e centri commerciali

Ottime notizie per questo settore. Sempre con la limitazione dei weekend, festivi e prefestivi qui si tratta di una riapertura vera e propria in quanto precedentemente in rosso le attività erano chiuse (a parte quelle di prima necessità).

Parchi e giardini

Qui non cambia nulla. A parte i weekend sempre aperti (nei limiti degli orari di coprifuoco) per passeggiate o attività sportiva da svolgere singolarmente.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.