fbpx
Arte Musica

Un secolo fa nasceva Astor Piazzolla

Un secolo fa, l’11 marzo 1921 nasceva a Mar del Plata in Argentina Astor Piazzolla, forse il Musicista Argentino più importante della Storia, sicuramente uno dei più grandi Fisarmonicisti che abbia mai calcato i palcoscenici mondiali.

Musicista e Compositore, unì il “classico” Tango Argentino al Jazz anche grazie agli anni trascorsi a New York che furono fondamentali per la sua formazione musicale.

Formò la sua prima band nel 1946 suonando il Tango, ma poco dopo agli inizi degli anni 50 si trasferì in Francia dove si dedicò alla musica classica.

Nel 1955 tornò in Argentina dove fondò una nuova Band di 8 elementi (due bandoneon, due violini, un contrabbasso, un violoncello, un piano e una chitarra elettrica). Fu il suo primo esperimento di un genere musicale che in seguito venne definito nuevo tango, senza la presenza di un cantante e con elementi di improvvisazione presi dalla musica jazz.

Il successo del Nuevo Tango

Il Nuevo Tango si differenzia dal quello classico perché incorpora elementi della musica jazz e fa uso di dissonanze e altri elementi musicali innovativi, Piazzolla ha inoltre introdotto l’uso di nuovi strumenti: l’organo Hammond, il flauto, la marimba, il basso elettrico, la batteria, le percussioni, la chitarra elettrica. Si è stimato che nella sua vita abbia composto oltre 3mila canzoni.

Proseguì con grandissimo successo nella “sperimentazione” fondando altre band fino al 1973 quando ebbe un attacco cardiaco e decise di trasferirsi in Italia dove nel 1974 incise il suo (forse) disco più famoso. LIBERTANGO!

Incise un altro disco in Italia con il sassofonista jazz americano Gerry Mulligan, Summit (Reunión Cumbre). 

In Italia ha collaborato con artisti del calibro di Tullio De Piscopo, Pino Presti, Mina, Milva e Iva Zanicchi. Proprio in occasione del centenario, Daniel Rosenfeld ha realizzato il documentario Piazzolla, la rivoluzione del tango, distribuito da Exit Media.

Tra il 1976 e il 1983, durante la dittatura militare in Argentina, rimase a vivere in Italia, anche se tornò diverse volte in patria. Nel 1990 ebbe un’emorragia cerebrale mentre si trovava a Parigi, e rimase in coma per quasi due anni. Morì a Buenos Aires, in Argentina, il 4 luglio del 1992.

Nel 2008 il Presidente della Repubblica Argentina, Cristina Fernández de Kirchner, ha intitolato l’aeroporto internazionale di Mar del Plata ad Astor Piazzolla.

Qui di seguito il Video di uno dei suoi pezzi più famosi LIBERTANGO presi dalla rete televisiva svizzera RTS.