fbpx
Politica

IL PRESIDENTE CONTE HA RASSEGNATO LE DIMISSIONI. COSA SUCCEDE ORA?

E anche oggi tutti i quotidiani, i siti di informazione, i telegiornali dedicano la loro apertura alla Politica e specificatamente alle dimissioni del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Nella mattinata di ieri 26 Gennaio il Presidente Conte è salito al Colle per rimettere il proprio mandato al Presidente Mattarella.

Il Presidente Mattarella ha aperto ufficialmente la Crisi di Governo con un comunicato annunciando che inizierà subito le consultazioni con le varie forze politiche per vedere se ci sono margini per una nuova maggioranza. Ovviamente il Governo Conte Bis rimane in carica per il disbrigo degli affari correnti.

CALENDARIO DELLE CONSULTAZIONI:

Mercoledì 27 gennaio
ore 17:00
Presidente del Senato della Repubblica, Maria Elisabetta Alberti Casellati
ore 18:00
Presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico

Giovedì 28 gennaio
ore 10.00
Gruppo parlamentare Per le Autonomie (SVP-PATT, UV) del Senato
ore 10.30-12.30 e ore 16.00-16.45
Rappresentanti dei gruppi Misti del Senato e della Camera
ore 16.45
Gruppo parlamentare di Liberi e Uguali della Camera dei deputati
ore 17.30
Gruppi parlamentari di Italia Viva del Senato e della Camera
ore 18.30
Gruppi parlamentari del Partito Democratico del Senato e della Camera

Venerdì 29 gennaio
ore 16.00
Gruppi parlamentari di Fratelli d’Italia del Senato e della Camera
Gruppi parlamentari di Forza Italia del Senato e della Camera
Gruppi parlamentari della Lega del Senato e della Camera
Rappresentanti delle componenti “Idea e Cambiamo” del Gruppo Misto del Senato e “Noi con l’Italia – USEI – e Cambiamo” del Gruppo Misto della Camera.
ore 17.00
Gruppi parlamentari del Movimento 5 Stelle del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati

Solo dopo il giro di consultazioni il Presidente Mattarella potrà avere una situazione chiara dai gruppi parlamentari e vedere se c’è la possibilità di un Conte Ter. Giuseppe Conte conta sulla disponibilità degli Europeisti/Centristi.

Il Centro Destra (che si presenterà unito dal Presidente Mattarella) ha dichiarato che l’unica via possibile sono le urne e che non è il caso di fare un Governo “Pasticciato”.

Ora è solo una questione di numeri. Mattarella riaffiderà l’incarico solo se esiste la possibilità di avere una chiara maggioranza sia alla Camera dei Deputati che al Senato.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.